LO SAPEVI CHE LE ARACHIDI SONO DEI LEGUMI…?

Conosciute come “noccioline americane” – perché originarie del Sud America – sono da sempre associate all’aperitivo: immancabili sui banconi dei bar, accanto a patatine, salatini e olive, quelle salate accompagnano Spritz, bitter e cocktail alcolici e analcolici. Le arachidi, comunemente considerate frutta secca, con mandorle, noci e nocciole condividono la consistenza croccante, oltre all’elevato contenuto d’olio e alla presenza di sostanze benefiche per l’organismo, come la vitamina E e gli antiossidanti. Appartengono, invece, alla famiglia dei legumi, anche se, al contrario di fagioli, lenticchie e piselli, non sono protagoniste di zuppe e minestre ma si mangiano essiccate o tostate, come spuntino o ‘spezzafame’.

In cucina sono un ingrediente versatile, che si presta a tante preparazioni dolci e salate. Pestate nel mortaio con olio extravergine e acciughe, le arachidi si trasformano in una saporita crema, ideale per condire trofie o bavette; possono poi essere utilizzate al posto delle mandorle nel pesto tradizionale di basilico o in quello di rucola, o ancora aggiunte come tocco finale alla pasta – spaghetti o linguine – condita con panna o con crema di formaggio. Sono ottime per rendere più particolari le insalate, abbinate a lattuga e scaglie di grana, avocado e gamberetti. Oppure per insaporire i bocconcini di maiale o pollo saltati in padella, una ricetta diffusa in Thailandia, Cina e in altri Paesi orientali, dove la carne viene cotta con l’aggiunta delle tipiche salse locali, come quella di soia e di pesce. Naturalmente sono indicate anche per preparare sfiziosi stuzzichini e antipasti: è possibile salarle facilmente in casa, scaldandole per qualche minuto in una padella senza condimenti e poi passandole subito nel sale fino oppure – per chi ama i sapori forti – nella paprika.

Le noccioline americane sono buonissime pure in versione dolce, pralinate o caramellate – come vengono vendute di solito alle sagre e alle feste patronali–, o ancora mescolate sul fuoco con miele, mandorle, uvetta e riso soffiato, per realizzare barrette energetiche e golosissime che piaceranno ad adulti e bambini.