COME GODERSI L’ESTATE A TAVOLA SENZA SOFFRIRE IL CALDO

Insalatone, tante buone verdure crude o alla griglia, deliziosi gelati e voglia di acqua ghiacciata: non è un caso se in estate il nostro organismo desidera alimenti all’insegna della freschezza.

Con l’arrivo della primavera il nostro corpo mette in atto delle trasformazioni per cercare di liberarsi di tutta quell’energia riscaldante che ha accumulato in inverno per difendersi dal freddo. In questo modo potrà arrivare all’estate più leggero, più fresco. Possiamo aiutare il nostro corpo a fare questo ‘cambio di stagione’ privilegiando alimenti rinfrescanti e riducendo quelli riscaldanti e adottando i giusti metodi di cottura.

Un eccesso di cibi che creano troppo freddo come gelati, granite o ghiaccioli e bibite ghiacciate, infatti, possono indebolire l’energia dei reni e, alla lunga, produrre stanchezza. Anche se la tentazione è forte, dunque questi cibi non andrebbero usati ogni giorno, ma solo ogni tanto.

Cosa portare in tavola?

Tra i cereali, l’orzo decorticato è il più rinfrescante tra tutti, utilizzato nella sua forma semi integrale (decorticato) o integrale (orzo mondo). Ok anche a riso rosso integrale o basmati, quinoa, farro o cous cous magari sotto forma di colorate insalatone fredde condite con verdure spadellate velocemente, verdura cruda, oliva, capperi, pinoli.

Possiamo mangiare in forma più fresca anche i legumi. Un ottimo esempio è l’hummus di ceci, che possiamo abbinare a una cruditè di verdure rinfrescanti come le carote, fantastico anche come spuntino salato.

La verdura cruda ha un effetto rinfrescante marcato. Ecco perché abbiamo voglia della classica insalatona soprattutto quando fa caldo. Ottime tutte le foglie verdi crude o appena scottate o le verdure acquose come zucchine e cetriolo, ricche di acqua.

Semaforo giallo invece per le solanacee come pomodori, patate, melanzane e peperoni, ricche di solanina. Si possono mangiare ma senza abusarne.

Una nota a parte meritano i succhi e gli estratti, bevande utili ma non da consumare ogni giorno. A chi soffre di colite o reflusso i succhi e gli estratti sono sconsigliati”.

Cosa evitare

Al contrario, andrebbero ridotti il più possibile gli alimenti di origine animale, che hanno un potere riscaldante. Pesce, crostacei, molluschi e grano saraceno, invece, riscaldano meno dei precedenti ma senza abusarne.

Infine ecco un ultimo consiglio sul metodo di cottura: d’estate è meglio scegliere la cottura al vapore, scottare velocemente o saltare per pochi minuti in padella.